Skip links

Strumento rotto durante un trattamento canalare: cosa fare?

A volte può capitare durante una terapia canalare (trattamento della polpa delle radici dei denti) che possa verificarsi la rottura di uno strumento.

Gli strumenti utilizzati per il trattamento endodontico sono sia manuali che meccanici ed essendo molto piccoli e flessibili (proprio per permettere allo strumento di percorrere tutto il tortuoso percorso) potrebbero rompersi; soprattutto se usati molte volte.

La presenza di uno strumento rotto all’interno di un canale non crea di per sé infezione, ma costituisce un ostacolo al passaggio degli altri strumenti necessari al completamento della cura.

Non è un problema il dente può essere ritrattato, anche se con più difficoltà, e non va estratto per questo.

Sarà compito di un dentista esperto in Endodonzia rimuovere o aggirare lo strumento rimasto nel canale, completando la detersione e l’otturazione anche di quella radice.

Un’altra opzione possibile è quella di tagliare l’estremità della radice dove si trova lo strumento rotto e sigillarla.

Tale procedura di Endodonzia chirurgica, chiamata apicectomia, ha lo stesso obiettivo: ovvero di salvare il dente dall’estrazione.

Lascia un commento

Name*

Website

Commento